Come affrontare la paura di una visita dentistica?

Home 5 blog 5 Come affrontare la paura di una visita dentistica?

Rilassati!

C’è chi ha avuto esperienze passata spiacevoli, chi teme l’ago dell’anestesia, chi il suono e le vibrazioni del trapano, chi è semplicemente in imbarazzo per lo stato dei propri denti e poi chi ha semplicemente paura del dolore. Il semplice pensiero della visita dal dentista può rilevarsi un incubo. Ma rischiare di trascurare placca, carie e altre problematiche potrebbe portare a un serio peggioramento.

Quindi, come affrontare la paura di una visita dentistica?

1. Fai una lista.

Sembrerebbe inutile e banale, ma spesso mettere per iscritto un problema rende la soluzione più semplice.
Fai una lista delle cose che non ti piacciono del dentista: i rumori, gli odori, la paura di sentire dolore.

2. Mostra la lista al tuo dentista.

Scoprirai che alcune procedure possono essere rese meno fastidiose di quello che sembrano.

3. Tecniche di rilassamento.

A casa, prima della visita, così come nello studio dentistico, puoi utilizzare la tecnica di rilassamento che ti piace di più. Cerca di distrarti facendo cose piacevoli prima della visita.

4. Sulla poltrona del dentista non devi per forza ascoltare i rumori degli strumenti.

Chiedi al dentista se puoi metterti degli auricolari per ascoltare un po’ di musica che ti distragga.

5. Prova a chiudere gli occhi.

Le luci intense e la vista dello strumentario aumentano l’ansia dei pazienti. Con gli occhi chiusi, cerca di pensare a cose piacevoli in una sorta di piccola meditazione: ciò renderà la visita meno pesante per te.

“Proprio non ce la faccio, continuo ad avere paura del dentista.”
Non preoccuparti! Prova la sedazione cosciente.
La sedazione cosciente è una miscela di protossido d’azoto e d’ossigeno che viene somministrata per mezzo di una mascherina nasale a delle concentrazioni personalizzate secondo necessità. L’effetto analgesico e sedativo si avverte già dopo pochi respiri con una sensazione di rilassatezza e distensione. Il paziente rimane comunque sempre pienamente cosciente e vigile durante tutto il trattamento. Al termine della cura viene somministrato per 5 minuti dell’ossigeno puro e questo permette di lasciare lo studio dentistico da solo e in grado di guidare.